Focus contro Random

Una strategia di sperimentazione diretta

Con Focus intendiamo una sperimentazione fatta nell’arco di tempo pluriennale con Atleti con i quali si instaura un rapporto di collaborazione continua. Il numero di Atleti gestiti in questo modo è basso, ma la continuità e la certezza dell’applicazione del Protocollo è massima.

Ricerca e risultati collaterali

Le sperimentazioni solitamente hanno un obiettivo preciso ma possono esserci dei risultati “collaterali” che possono essere più interessanti dell’obiettivo primario. Nella sperimentazione in oggetto i risultati collaterali sono, all’atto pratico, molto più importanti, in quanto forniscono precise indicazioni sulle modalità d’assunzione. Atleti seguiti negli anni che rappresentano una sicurezza del rispetto dei principi d’assunzione e che forniscono risposte note. Questo costante impegno nella ricerca delle soluzioni migliori, con sperimentazioni e monitoraggio continui, è la chiave del successo.

Lo sport di Resistenza premia le qualità dell’Integrazione Alimentare

Dopo numerosi Trials scientifici che hanno esaminato i parametri di variazione delcosto energetico, infiammazione ed affaticamento in seguito ad attività di ultramaratona, abbiamo realizzato nell’arco di 5 anni con il Focus nell’Edizione 2014 un protocollo d’assunzionemirata su di un Pool d’Atleti di vario livello, confrontando i risultati sia in termini assoluti siaconfrontando edizioni fate con e senza assunzione da parte di stessi Atleti.

Le modalità di somministrazione

In questa sperimentazione sono stati usati protocolli maturati in 15 anni d’esperienza e rapportati ad un prodotto moderno che, con la sua formulazione Customizzata per lo Sport, riesce a sopperire a numerose problematiche legate alla prestazione ed al recupero.
Le quantità di somministrazione sono state messe a punto nell’arco di tempi prolungati con i singoli Atleti che hanno partecipato, con la perfetta conoscenza del Feed-back che l’uso di BOE comporta. Il Feed-back che ha guidato questi Trial basa le sue origini in un elevato numero di sperimentazioni fatte tramite l’utilizzo di aminoacido grammi da carico e da sforzo, effettuati scientificamente parecchi anni orsono in ambiente Universitario. Da quelle esperienze è nata la tecnica di utilizzo del Cluster funzionale e l’utilizzo pratico nel corso di alcuni decenni ha ulteriormente affinato le modalità di somministrazione customizzandole in base allo Sport praticato, con tutte le sue varianti di Quantità ed Intensità, in modo tale da rendere funzionale al massimo l’utilizzo sportivo.