Trattamenti e protocolli decogestionanti defluenti

PERCHÈ È IMPORTANTE FAR ESEGUIRE ALLA DONNA DEI PROTOCOLLI DECONGESTIONANTI/DEFLUENTI?

La donna, per sue caratteristiche, tende ad accumulare molti metaboliti nella matrice interstiziale e il suo edema non è un composto di sola ‘’acqua’’ ma anche di proteine.

In un soggetto normale affetto da edema, ma che non pratica attività sportiva, la concentrazione di acqua nella matrice è maggiore rispetto a quella di unatleta di resistence training dove è presente anche una buona parte proteica.

Questa caratteristica fa si che le proteine ristagnanti da un lato attraggono molecole dacqua, aumentando il volume idrico matriciale, dallaltro stimolano i fibroblasti a produrre fibre collagene e conseguentemente tessuto fibroso.

In questi soggetti non è indicato limpiego di diuretici e/o drenanti poiché determinano un riassorbimento dallinterstizio verso i vasi venosi e linfatici della sola componente idrica delledema. Le proteine rimangono in loco e, dopo poche ore dall'assunzione della sostanza diuretica, richiamano acqua, con ricostruzione di quello stesso edema ben visibile prima dell'assunzione del prodotto.